Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy

DENTI BIANCHI COME LE STAR!

brad pitt  Si avvicina l’estate e oltre al desiderio di una tintarella dorata e uniforme, molte persone sognano di avere denti più bianchi e belli.
Nella realtà non esistono denti bianchi come la porcellana, il loro colore è individuale, un po' come il colore degli occhi, ognuno ha il suo.

Il “colore naturale” dei denti e' dato da lievi sfumature sui toni del giallo e del grigio, a volte del bruno o dell'arancione, più o meno intense, che aumentano dal bordo incisale al colletto gengivale di ogni singolo dente. I canini, poi, hanno in genere un colore più scuro degli altri.
Contrariamente a quanto tutti credono, non è lo smalto che determina il colore dei denti. Esso infatti non possiede un colore proprio, è traslucido: dalla sua superficie traspare il colore della dentina sottostante. Col passare del tempo però lo smalto può colorarsi assorbendo pigmenti da cibi e bevande, mentre la dentina tende ad ispessirsi per apposizione continua nella camera interna presente nella corona dei denti. Ciò fa sì che con l’invecchiamento i denti si scuriscano e perdano la loro originaria brillantezza.
Gli attuali progressi dell’odontoiatria cosmetica consentono di riportare il colore dei denti al bianco e alla luminosità di un tempo: si può perfino arrivare ad ottenere un bianco un po’ “innaturale”, tipo porcellana, totalmente privo di sfumature di colore.
In realtà ognuno può scegliere l’intensità della decolorazione da raggiungere perché la capacità di sbiancamento dei prodotti professionali dipende dalla concentrazione del principio attivo e dal tempo di permanenza a contatto dei denti. Così come si può scegliere il tempo di esposizione alle radiazioni solari per raggiungere la desiderata tonalità di abbronzatura. Alcune persone richiedono proprio il colore “bianco porcellana” perché desiderano far apparire i loro denti più bianchi possibile.
Esistono tecniche professionali di sbiancamento dei denti e metodi “fai da te”. Invece le tecniche professionali vengono attuate o direttamente nello studio odontoiatrico o comunque con la supervisione di un professionista medico od odontoiatra.

Tra i vantaggi di sottoporsi ad un trattamento di sbiancamento dei denti professionale c'è:jolie

- Visita preliminare per escludere eventuali controindicazioni al trattamento.

- Garanzia di raggiungere il più elevato sbiancamento possibile.

- Un minimo impegno di tempo e pazienza per un massimo risultato.

- Assoluta salvaguardia da spiacevoli effetti indesiderati come eccessiva sensibilità

L'apparente vantaggio dei metodi "fai da te" è nel costo, ovviamente più basso rispetto alle più efficaci tecniche professionali. Infatti i potenti prodotti utilizzati in un ciclo di trattamento sbiancante professionale richiedono per il loro utilizzo conoscenze ed esperienza e hanno un costo di base molto più alto rispetto ai prodotti fai da te reperibili nelle farmacie e nei grandi magazzini.

L'efficacia più bassa dei prodotti "fai da te" fa sì che sebbene dopo ripetute applicazioni, ritenute di solito un po' scomode dagli utilizzatori, possano produrre degli effetti limitati, il ritorno allo stato precedente avvenga in tempi ridotti.

laserdiodi

lasererbio

Consiglio della settimana

123fd-malattia paradontale L'80% DELLA POPOLAZIONE EUROPEA E' AFFETTO DA MALATTIA PARODONTALE. FAI PREVENZIONE DAL TUO DENTISTA

Area Video

area video sito