Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy

Sterilizzazione

ster1Ogni strumento usato per i nostri trattamenti è monouso oppure viene sterilizzato in Autoclave, che è la stessa procedura utilizzata nelle sale operatorie degli Ospedali.
Tutto lo strumentario viene immagazzinato in buste sigillate che sono aperte davanti al paziente. Per evitare batteri o virus utilizziamo materiali e strumenti "monouso", che vengono cioè eliminati dopo essere stati utilizzati una sola volta. (Aghi, siringhe, fiale, lame da bisturi, suture, guanti, mascherine, spatole e piastrine da impasto, dischi e striscette abrasive, matrici, coppette, dighe, pennellini , bicchieri, telini, garze, cotonini, aspirasaliva, aspiratori chirurgici, ecc.ecc.) Per tutte le altre attrezzature si segue questo rigoroso processo di sterilizzazione:
ogni strumento viene immerso in liquido disinfettante all’interno di una vasca ad ultrasuoni per consentire il distacco di particelle e materiali organici anche non visibili a occhio nudo.
Al termine del ciclo vengono lavati manualmente con soluzione disinfettante, asciugati accuratamente, impacchettati e sterilizzati in autoclave a vapore per 40 minuti a 134°C (l’autoclave è di Classe B, cioè la migliore attualmente in commercio chester2 sterilizza in ogni parte della camera, senza avere zone di differente pressione e calore).
Viene inoltre stampato uno scontrino di riferimento del ciclo, nel quale vengono appuntate le temperature raggiunte nelle varie fasi per essere certi dell’avvenuta sterilizzazione, per poi essere archiviate; inoltre, ogni busta sterilizzata contenente lo strumentario, è dotata di un indicatore che varia di colore a sterilizzazione avvenuta.
Periodicamente inoltre si eseguono test biologici di corretta sterilizzazione certificati da un laboratorio esterno. Così facendo, gli strumenti chirurgici mantengono la sterilità assoluta fino al momento dell’uso, quando cioè il pacchetto contenente i ferri viene aperto davanti al paziente.
Anche tutte le superfici dello studio vengono lavate, asciugate e disinfettate con cura dopo ogni intervento, e questo garantisce l’eliminazione di qualsiasi microrganismo, spora o tossina, anche le più resistenti.
Inoltre tutto il personale operativo è dotato di protezioni individuali (camici, mascherine, guanti, schermi, occhiali, visiere, paraspruzzi, ecc.).
Oltre alle quotidiane pulizia e disinfezione delle pareti dello studio, periodicamente viene eseguita una disinfezione completa degli ambienti con apposita attrezzatura come risulta da apposito registro.

laserdiodi

lasererbio

Consiglio della settimana

123fd-malattia paradontale L'80% DELLA POPOLAZIONE EUROPEA E' AFFETTO DA MALATTIA PARODONTALE. FAI PREVENZIONE DAL TUO DENTISTA

Area Video

area video sito